eCatalog
Contatto
Contatto
Florian Ruess è il vostro contatto per i componenti di comando e segnalazione alla RAFI
RAFI GMBH & CO. KG

Florian Ruess

Ravensburger Str. 128–134
D-88276 Berg/Ravensburg
T: +49 751 89-6500

Phone Mail
LUMOTAST - IL PULSANTE LUMINOSO

LUMOTAST

LA SCELTA ILLUMINANTE
  1. Pagina iniziale
  2. Ι HMI
  3. Ι SOLUZIONI
  4. Ι DISPOSITIVI DI COMANDO E SEGNALAZIONE
  5. Ι LUMOTAST

IL PULSANTE LUMINOSO

Estremamente compatta e assolutamente consolidata: questa è la serie LUMOTAST, apprezzata per la semplicità di montaggio e l’alloggiamento monoblocco. LUMOTAST 16 è destinato ad esempio all’impiego in unità di comando manuali compatte, mentre LUMOTAST 75 si distingue da sempre per l’illuminazione integrale della superficie e l’arresto di emergenza LUMOTAST 22 trova impiego ovunque lo spazio a disposizione, davanti o dietro il pannello frontale, sia ridotto.

In questa pagina, oltre a parlare della serie LUMOTAST, affronteremo anche la questione “pulsanti - interruttori”. Due termini che non hanno lo stesso significato. Un interruttore non è uguale a un pulsante e un pulsante non è necessariamente un interruttore a pulsante. Più sotto in questa pagina illustreremo le principali differenze, i vantaggi, le tipologie e le applicazioni.

 LUMOTAST 16 - PULSANTI, PULSANTI LUMINOSI E PULSANTI DI ARRESTO D’EMERGENZA
LUMOTAST 16

PULSANTI E PULSANTI DI ARRESTO D’EMERGENZA

I pulsanti della serie LUMOTAST 16 sono compatti e normalmente scattano in sicurezza grazie ai contatti dorati e argentati. LUMOTAST 16 viene utilizzato nell’automazione, nella costruzione di macchine e apparecchi, in particolare per unità di comando manuali. Il fissaggio avviene con una ghiera filettata in un’apertura di incasso di 16,2 mm. Una novità assoluta è l’ARRESTO D’EMERGENZA attivo / disattivato per unità di comando manuali con collegamento a un’unità fissa.

  • Grazie all’impiego del pulsante a corsa breve RAFI MICON 5, i pulsanti e i pulsanti luminosi offrono un feedback tattile con scatto netto
  • Gli elementi di arresto d’emergenza sono dotati di massimo 3 contatti
  • Protezione dagli spruzzi d’acqua IP 65 e IP 67 frontale
  • Versioni C-LAB: possibilità di configurazione e diciture personalizzate per pulsanti e pulsanti luminosi con ulteriore ghiera frontale colorata o metallizzata.
LUMOTAST 16
LUMOTAST 75 PULSANTI LUMINOSI
LUMOTAST 75

PULSANTI LUMINOSI

Le lampade segnaletiche e i pulsanti luminosi LUMOTAST 75 sono prodotti apprezzati da decenni e rappresentano i pulsanti singoli di maggior successo della storia RAFI. Le numerose forme dei collari dal design classico e le note soluzioni di collegamento ed etichettatura fanno della serie LUMOTAST 75 i fidati componenti per ogni impianto. Con lo stesso design sono disponibili anche gli interruttori a chiave. La variante di base di LUMOTAST 75 offre il grado di protezione IP40 come da normativa. I pulsanti e le lampade segnaletiche sono inoltre disponibili con grado di protezione IP 65 come da norma e, a causa della guarnizione supplementare, possiedono una dimensione del collare maggiorata di 2,5 mm.

  • Idonei alle alte correnti (max. 250 V/4 A)
  • Contatti argentati con contatti elastici a ponte autopulenti per una commutazione sicura
  • Illuminazione di tutta la superficie tramite LEDProtezione dagli spruzzi d’acqua IP 40 oppure IP 65 frontale
  • Collegamento brasato
eCatalog
LUMOTAST 22 ARRESTO D’EMERGENZA
LUMOTAST 22

ARRESTO D’EMERGENZA

LUMOTAST 22 per arresto d’emergenza, con collegamenti a innesto, si presta all’uso ovunque sia tecnicamente prescritto un dispositivo di arresto d’emergenza o un dispositivo di interruzione d’emergenza ma lo spazio davanti e dietro al pannello frontale sia limitato. L’arresto d’emergenza è disponibile anche con collegamento a circuiti stampati; in merito si rimanda anche alla linea di dispositivi di comando RAFIX 22 FS+.

  • Possibilità di design notturno
  • Protezione dagli spruzzi d’acqua IP 65 frontale
  • Elementi di comando con contatti argentati (max. 250 V/4 A)
  • Collegamento a innesto
  • Conformità alla DIN EN ISO 13850
  • Possibilità di illuminazione delle frecce con LED
  • Resettaggio tramite rotazione
eCatalog

La diferencia

La diferencia entre pulsador, interruptor e interruptor pulsador

I pulsanti e gli interruttori RAFI sono ideali per l’uso nel settore della meccanica, della costruzione di segnaletica e nelle tecnologie di misurazione, di controllo e di regolazione. Sono robusti, resistenti ai fattori ambientali e compatti – con collegamenti integrati. Le serie LUMOTAST e RAMO sono strutturate come pulsanti singoli, vale a dire che fra l’attuatore e l’elemento di comando esiste un collegamento fisso all’interno dell’alloggiamento. Il vantaggio: ridotto rischio di inversione durante il collegamento. Fondamentalmente, i pulsanti e gli interruttori differiscono per le loro possibilità di collegamento e le loro aperture di incasso da 9,1 a 30,3 mm.

Sia i pulsanti sia gli interruttori vengono azionati per consentire un flusso di corrente controllato. Un interruttore mantiene la sua posizione dopo l’azionamento. Un pulsante invece scatta nuovamente nella posizione iniziale, pertanto si limita a dare un impulso. La differenza riguarda quindi esclusivamente il meccanismo alla base dei due elementi. Visivamente questa differenza spesso non si riconosce.

E questo ci porta al terzo termine, l’interruttore a pulsante, che sarebbe la denominazione corretta di quello che colloquialmente è chiamato pulsante. Tuttavia, anche in seguito applicheremo la stessa logica: l’interruttore mantiene la sua posizione dopo l’azionamento mentre il pulsante scatta nella posizione originaria.

in dettaglio

L’interruttore

Un interruttore, con l’ausilio di materiali conduttori, crea o interrompe un ponte elettrico fra due contatti. L’azionamento avviene prevalentemente in modo manuale. La pressione fisica del dito, ad esempio sull’interruttore della luce, genera sempre un collegamento elettrico fra i contatti conduttori all’interno dell’alloggiamento. Così nel locale si accende la luce. La successiva pressione interrompe il collegamento e il flusso di corrente, quindi la luce si spegne. Colloquialmente si parla talvolta anche di interruttore di accensione e spegnimento. I tipi di interruttori più comuni sono gli interruttori a bilancino, gli interruttori a scorrimento, gli interruttori girevoli, i selettori e gli interruttori a chiave. Le caratteristiche dei singoli interruttori saranno illustrate alla fine dell’articolo.

In ogni caso l’azionamento con impiego della forza è solo una delle numerose forme, infatti può avvenire per effetto di altri fattori. Oltre agli interruttori azionati magneticamente (contatti reed), altri necessitano di un flusso di corrente (relè) mentre altri ancora di un cambiamento di stato (interruttori azionati da liquidi o interruttori bimetallici, azionati da variazioni di temperatura). Come per qualsiasi categoria di prodotti, anche in questo caso esistono differenze notevoli in termini di prezzo. Alcune marche sono convenienti ma spesso non così affidabili come quelle di fornitori di prodotti di qualità. Si tratta di valutare quale deve essere il fattore decisivo nella scelta.

... More

Il pulsante in dettaglio

Come sopra illustrato, un pulsante non è un interruttore perché non chiude un circuito elettrico attivamente bensì trasmette solo il relativo impulso. (Per l’esattezza, anche un pulsante chiude un circuito elettrico, tuttavia non quello per azionare un attuatore, bensì un cosiddetto circuito ausiliario che a sua volta genera l’impulso per l’attuatore). Il campanello è un esempio noto di pulsante. Se in un pulsante è integrata anche una sorgente luminosa, ad esempio un LED, si parla di pulsante luminoso.

I pulsanti e gli interruttori non esistono solo come contatti normalmente aperti bensì anche come contatti normalmente chiusi e commutatori. I contatti normalmente aperti hanno la funzione di chiudere circuiti elettrici, ma solo finché il pulsante o l’interruttore viene premuto. Se il pulsante o l’interruttore è utilizzato come contatto normalmente chiuso, il suo azionamento interrompe il circuito elettrico precedentemente chiuso. Un esempio applicativo noto è il rilevatore di movimento. Fra i pulsanti e gli interruttori esistono anche quelli con funzione di commutazione: consentono entrambe le modalità, quindi possono sia aprire sia chiudere un circuito elettrico..

L’interruttore a pulsante in dettaglio

L’interruttore a pulsante è un attuatore che, come sopra illustrato, si attiva mediante pressione e si disattiva quando viene rilasciato. Si crea così un collegamento elettrico che si interrompe di nuovo quando l’interruttore a pulsante viene rilasciato. All’interno è presente una molla che, dopo l’azionamento, assume di nuovo la posizione iniziale. Senza questa molla l’interruttore a pulsante non funzionerebbe.

Esempi applicativi di pulsanti e interruttori

Pulsanti e interruttori fanno parte della nostra quotidianità: campanelli, interruttori della luce e computer funzionano grazie a loro. Il portone avvolgibile del garage, ad esempio, si mette in movimento perché premiamo il telecomando o ruotiamo l’interruttore a chiave. Ma ovviamente anche in campo industriale interruttori, pulsanti e dispositivi di comando sono onnipresenti. In molte Human Machine Interface ultimamente l’attenzione è focalizzata sui touchscreen, tuttavia molto spesso servono anche pulsanti o, più raramente, interruttori a bilancino, per garantire un utilizzo pienamente sicuro e intuitivo.

I pulsanti e gli interruttori RAFI trovano impiego ad esempio nei comparti industriali della meccanica, della costruzione di segnaletica e nelle tecnologie di misurazione, controllo e regolazione, nella tecnologia medica, per la costruzione di veicoli e nel settore automotive, ma anche nella produzione di beni di consumo, come macchine da caffè o router wireless. Questo l’aspetto più importante: i nostri pulsanti, interruttori e dispositivi di comando valgono il loro prezzo. Sono resistenti ai fattori ambientali e di formato compatto. Fondamentalmente, i pulsanti e gli interruttori differiscono per le loro possibilità di collegamento, dimensioni e aperture di incasso. Fra le innumerevoli varianti e tipologie di articoli desideriamo in questa sede esaminarne solo alcune.

Pulsanti a corsa breve

Il pulsanti a corsa breve rientrano fra i pulsanti più piccoli ad azionamento meccanico. Con una superficie di pochi millimetri quadrati, assicurano un funzionamento impeccabile. Grazie alle dimensioni ridotte, i pulsanti a corsa breve, come ad esempio il MICON 5 e le serie RACON e RF, sono spesso utilizzati nei dispositivi caratterizzati da uno spazio limitato, fra cui telecomandi, chiavi per auto, rubinetti o sportelli bancomat. Spesso costituiscono una parte delle tastiere o sono impiegati come tasti per tastiere a membrana. Inoltre i pulsanti a corsa breve possono essere montati completamente sotto il pannello frontale, integrandosi perfettamente nella superficie di comando personalizzata. Diversi pistoni e cappucci dei tasti consentono inoltre di prevedere forze di azionamento differenti e design personalizzati. Questa correlazione fa dei prodotti RAFI una scelta sicura. Da un lato il prezzo è giusto e dall’altro i contatti dorati, unitamente alla tattilità unica, garantiscono una sicurezza operativa duratura.

Arresto d’emergenza

Tutti conoscono l’interruttore di arresto d’emergenza, spesso detto solo arresto d’emergenza. Da un punto di vista puramente tecnico si dovrebbe definire un “interruttore di blocco” per via del meccanismo alla base del suo funzionamento. L’utente, premendo – di solito energicamente – l’interruttore, lo fa rientrare. In questa posizione, l’interruttore di blocco rimane meccanicamente fisso e il circuito elettrico chiuso. Questi interruttori sono prescritti per legge per impianti e macchinari in ambito industriale, dove garantiscono la sicurezza del personale. Se infatti occorre fermare rapidamente la macchina per evitare infortuni o danni, è sufficiente un colpo sul dispositivo di arresto d’emergenza e la macchina si arresta immediatamente. Il circuito elettrico, ora chiuso, trasmette un impulso al controllo della macchina, che la ferma immediatamente evitando che continui a funzionare.

In questo l’interruttore di arresto d’emergenza si distingue dal dispositivo di interruzione d’emergenza che, al contrario di quanto si pensi comunemente, non svolge la stessa funzione. Il comando di interruzione d’emergenza interrompe infatti l’alimentazione elettrica dell’intera macchina. Quindi l’interruttore funge da contatto normalmente chiuso. Ne consegue che la macchina non mantiene la posizione del momento bensì, è possibile che prosegua per breve tempo i suoi processi meccanici. Per questo motivo nelle macchine moderne generalmente si trovano quasi esclusivamente dispositivi di arresto d’emergenza, che possono garantire un maggiore livello di sicurezza. Tuttavia il riarmo in entrambe le varianti – arresto e interruzione d’emergenza – avviene allo stesso modo, mediante rotazione del cosiddetto fungo che, come da norma, presenta un cappuccio rosso su campo giallo.

... Less
LUMOTAST 16
conclusione

Breve conclusione

Gli interruttori aprono o chiudono il circuito elettrico mantenendo poi la loro posizione. I pulsanti aprono o chiudono il circuito elettrico solo brevemente, poi scattano di nuovo nella loro posizione iniziale. Nella ricerca del prodotto ideale, sia esso un pulsante o un interruttore, è importante considerare quanto segue: le funzioni e l’affidabilità sono generalmente più importanti del prezzo e in fondo un prodotto di maggiore valore conviene nel tempo. La parola chiave è: total cost of ownership.

site-to-top